Fa parte dello staff dei terapisti della Federazione Italiana di Atletica Leggera (FIDAL).

La passione per il proprio lavoro e per lo sport, in particolare la corsa, l’ha portato a specializzarsi e a migliorarsi in questa disciplina.
Lavorando con atleti di alto livello ha maturato esperienze importanti che ogni giorno trasferisce ai suoi pazienti.

Ha partecipato come terapista ad eventi internazionali di corsa su strada, su pista e in montagna.
Tra questi: diverse edizioni dei Campionati mondiali di 100km, Trail e 24 ore, Tor des Géants®, Ultra Trail du Mont Blanc®, Lavaredo Ultra Trail®.

Tra le esperienze più importanti e significative, anche la partecipazione come terapista Human Tecar® all’evento Nike “Breaking 2”, a maggio del 2017 all’Autodromo di Monza, assistendo i maratoneti Eliud Kipchoge, Lelisa Desisa e Zersenay Tadese.

L’esperienza gli ha insegnato che la fisioterapia deve essere parte integrante della preparazione, per permettere ad un atleta di allenarsi bene, recuperare velocemente e risolvere disturbi ricorrenti.

Per questo ha creato la metodologia Physiotrailrun, sviluppata in cinque fasi:
valutazione posturale, trattamenti fisioterapici mirati, tecnica di corsa, programmazione degli allenamenti, contatto diretto tra terapista, allenatore e atleta.